altAl Centro di Aiuto alla Vita Mangiagalli, in questi giorni ferve un monumentale lavoro, monumentale per le nostre poche forze di volontari per la Vita, per organizzare un evento particolarmente importante: il Gala Cav 2014 che si svolgerà a Palazzo Isimbardi, a Milano, lunedì 15 settembre. I telefoni squillano, gli invii dei messaggi e-mail premono, i contatti con i giornalisti stanno davvero diventando urgenti. Vorremmo, infatti, che siano molti, molti gli invitati e che, per questo, numerose le persone che diffondano la notizia. Io personalmente, quando sono al Cav, mi destreggio tra colloqui, a volte anche tragici, e telefonate al mondo intero. Poi, stanca, mi fermo un attimo per respirare e un pensiero mi attraversa la mente e il cuore come una meteora: per cosa stiamo girando come delle trottole?

Ecco allora che le lacrime, i silenzi, le parole delle tante donne incontrate, mi sommergono. I loro racconti sono sempre drammatici, spessissimo ci sono in gioco due vite, quella della donna e del bambino che porta in grembo, e noi… stiamo a fare pubbliche relazioni.