altPapa Francesco arriverà in un Messico segnato da una lunga scia di sangue, conseguenza della violenza che il narcotraffico porta con sé. “State vivendo il vostro piccolo periodo di ‘guerra’, tra virgolette, il vostro periodo di sofferenza, la violenza, il traffico organizzato. … Se ci vado, è per ricevere il meglio di voi e per pregare con voi, in modo che i problemi … quelli che sapete esserci, siano risolti; perché il Messico violento, il Messico corrotto, il Messico del traffico di droga, il Messico delle mafie, non è il Messico che vuole la nostra Madre”, ha sottolineato il pontefice all’agenzia Notimex.

Dal 12 al 17 febbraio, cinque giorni intensi attendono il Santo Padre nella nazione latino-americana con più cattolici al mondo (più di 100 milioni). Infatti Francesco ha affermato la sua intenzione di diventare uno strumento di pace, ma non solo per il Messico, anche per tutta la regione, immersa in un momento poco entusiasmante. Abbiamo parlato con la voce ufficiale del Messico presso la Santa Sede, l’Ambasciatore Mariano Palacios Alcocer, durante un incontro organizzato da Mediatrends America: ci racconta il paese che per la settima volta accoglierà un Papa, il primo latino-americano.

Nell’anno 2012 avete ricevuto Papa Benedetto XVI, perché di nuovo il Messico in così poco tempo?

Devo ammettere che questa visita non sarebbe stata possibile senza una decisione personale del Papa. La finalità pastorale del suo viaggio sarà la visita al Santuario di Nostra Signora di Guadalupe, che rappresenta il centro mariano più visitato del mondo. Quest’anno è previsto l’arrivo di oltre 22 milioni di pellegrini alla Basilica di Guadalupe, sei milioni in più dei pellegrini che visitano la Basilica di San Pietro. Il Papa stesso l’ha detto durante l’omelia dello scorso 12 dicembre: si recherà in Messico per chiedere alla Madonna di mostrare il volto del Suo Figlio a tutto il continente, la luce della Misericordia. Sarà l’occasione di ritrovarsi con i pellegrini latinoamericani che non possono attraversare l’oceano per arrivare fino a Roma. Sarà un viaggio di incontro con tutto il continente americano.