altPer un’intuizione del santo papa polacco Giovanni Paolo II, dal 1985 si sono celebrate ormai trentuno Gmg, le giornate mondiali della gioventù. Per dare ai giovani un’importante esperienza di Chiesa. La prima, lontano da Roma, si tenne proprio in quel di Buenos Aires, la diocesi di papa Bergoglio; era il 1987. Fino al 31 luglio,  si terrà la Gmg a Cracovia in Polonia e il Papa argentino vi si recherà dal oggi fino alla conclusione. Cinque giorni intensi per papa Francesco che ha già preso parte alla Gmg di Rio nel 2013, da poco eletto al soglio di Pietro dopo la rinuncia di Benedetto XVI.

L’incontro di Cracovia è attraversato dal tema “Beati i misericordiosi perché troveranno misericordia” (Mt 5,7), un tema non casuale lungo questo anno giubilare dedicato proprio alla misericordia divina. Anzi, questo tema è il tratto caratteristico di questo papato, posto al centro di tutta l’azione di papa Bergoglio. La tabella di marcia delle giornate polacche è piuttosto intensa: il Papa arriverà in Polonia verso le 16 di oggi, domani si trasferirà in elicottero a Czestochowa, per poi ritornare lo stesso giorno a Cracovia, venerdì nuovo trasferimento per visitare Auschwitz e Birkenau, quindi ritorno per celebrare la Via Crucis con i giovani. Il giorno 30 sarà incentrato sul tema chiave del pontificato con visita al Santuario della Divina Misericordia di Santa Faustina Kowalska, apostola della misericordia beatificata proprio da San Giovanni Paolo II. La sera ci sarà la veglia con i giovani e quindi il giorno 30 si concluderà con la grande celebrazione eucaristica della Gmg.