Una volta che Dante ha superato gli esami, potrà ben presto accedere alla visione di Dio, anche se solo dopo la mediazione di s. Bernardo che chiederà l’intercessione della Madonna nel famosissimo inno «Vergine madre, figlia del tuo figlio». Le sorprese non sono, però, finite, prima dell’ultimo spettacolare canto. Il sommo poeta, infatti, una volta giunto alla sommità dell’Empireo ci riserva una descrizione dell’universo sorprendente e sbalorditiva. Come accennavamo nei primi capitoli, forse potrebbe essere proprio questa descrizione la prova inconfutabile che Dante ha davvero visto qualcosa di straordinario ed è stato abbacinato da una visione. Siamo nel canto XXVIII. Superati tutti i cieli, Dante è arrivato al Primo mobile, poi lo ha varcato in un punto qualunque ed è passato nell’Empireo da cui può vedere gli angeli e la candida rosa.