altUn’antologia sulla letteratura relativa al Natale

L’anno scorso, proprio nell’imminenza del Natale, riflettevamo come di solito non si studino al liceo o all’università neppure una poesia dedicata alla nascita di Gesù e non si racconti più la sua storia. La cultura contemporanea tende a mistificare la realtà tanto da trasformare il Natale nella festa della luce o in altre feste come accade in molti complessi scolastici. Le mostre di disegni dei bambini mostrano il sole o la luce, raramente il presepe. In linea con questa deriva culturale le antologie scolastiche escludono qualsiasi testo che racconti la storia di Gesù scritto dai letterati. In realtà, quasi tutti i grandi scrittori, malgrado la smemoratezza della critica letteraria, si sono cimentati con questo fatto.

            In questi mesi nella nostra scuola abbiamo preparato un’antologia comprendente testi sul Natale in un percorso cronologico dall’antichità alla contemporaneità, divisi nei generi della poesia, della narrativa e del teatro. Curare quest’opera è stata una grande occasione per riscoprire un patrimonio vastissimo e interessante. Ho deciso di proporre ai lettori alcune poesie divise per secoli. Sarà un’opportunità di avvicinarci all’avvenimento della nascita del Signore attraverso la bellezza poetica.

            Possiamo accompagnare i nostri doni con una poesia che testimoni il più bel regalo che sia stato fatto all’uomo, quello di un Dio che si fa bambino e compagno nel nostro cammino.

 

I PRIMI SECOLI

Efrem il Siro

(Nisibis 306- Edessa373)

«Dialogo tra i Magi e Maria»

I magi: «Una stella ci ha annunciato
che Colui che è nato è il re dei cieli.

Tuo figlio comanda gli astri,
che sorgono solo al suo ordine».