Angela Caccia

Nel fruscio feroce degli ulivi – Fara editore
€ 12,00 pp. 92

 

… avremo le chiavi della Verità / e mancheranno le porte: così si conclude questa raccolta fremente e appassionata che assorbe le domande e le sfide dell’uomo, promana empatia, accoglie la meraviglia ed elabora la croce della nostra condizione prendendosene (cristianamente, francescanamente) cura con forza e umiltà: la poesia non è forse un condividere, un provocare, un agire con parole cariche di energia e di senso, di emozioni e vibrazioni sempre nuove?

«Ci sono momenti di perfetta visione in questo libro di Angela Caccia. (…) È una poetessa dell’alba, del momento appunto dove il pensare e il ripensare non ha il tono e le tinte dei bilanci o delle sistemazioni. Piuttosto un sorprendersi ancora non “compiuta”, nascente ancora, come una possibilità. Ci sono – e il lettore le nota facilmente – evidenze biografiche, racconti di sentimenti intimi, momenti di delusioni e di smarrimenti. Ma in ogni caso vince una sorta di pudore, o meglio una propensione a “generalizzare” le cose, a renderle universali. »

(dalla Prefazione di Davide Rondoni).