La conoscenza è forse la più straordinaria avventura dell’uomo. Per questo “Sui banchi di scuola” è un libro controcorrente, certamente lontano dal disfattismo a cui siamo abituati. L’autore, un giovane insegnante ricco di entusiasmo (ma anche di esperienza), si lascia attraversare dalle “urgenze” dei giovani cercando per loro risposte profonde, non dettate dal “pensiero unico”. Per Giovanni Fighera, la scuola non è solo un luogo di trasmissione di informazioni, ma una realtà in cui il ragazzo può scoprire i propri talenti per metterli al servizio di tutti. Perché ciò avvenga, però, è indispensabile che si rimetta al centro la persona e che si riscopra “come” e “che cosa” studiare.

Commenta questo Articolo