Studi Danteschi


STUDI DANTESCHI- Cecco d'Ascoli e Dante PDF Stampa E-mail

altSara Ferrilli, Archeologia della critica stabiliana. Cecco d’Ascoli tra i difensori di Dante,in «Linguistica e Letteratura», xxxix (2014), pp. 173-210.

Sara Ferrilli ricostruisce la fama di Francesco Stabili, meglio noto come Cecco d’Ascoli, «professore e negromante», nonché pungente detrattore di Dante nel proemio del secondo libro de L’Acerba. Autore soprattutto di testi in latino, Cecco compone in volgare solo pochi sonetti e L’Acerba, rimasta incompiuta al v libro a causa dell’improvvisa morte dell’autore, arso al rogo come eretico il 16 settembre 1327. Seconda solo alla Commedia per il numero di manoscritti e di copie che la tramandano, assai imitata dai rimatori trecenteschi, L’Acerba è un poema in sestine, in cui Cecco attacca la Commedia come fictio opponendole «l’inoppugnabilità della scienza e dell’astrologia» (p. 176). Senz’altro palesi sono i debiti metrici e linguistici di Cecco nei confronti della Commedia, ma ancor più evidenti sono gli attacchi rivolti al poema che «ne decretarono anche la fortuna indiretta presso gli estimatori di Dante» (p. 179). La più accanita polemica di Cecco riguarda la visione della Fortuna come intelligenza dal volere imperscrutabile (Inferno vii) nel proemio del ii libro. Il fatto che lo scrittore non tenga in alcun modo in considerazione l’evoluzione del pensiero dantesco riguardo al rapporto tra libero arbitrio e fortuna (come appare, ad esempio, in Purgatorio xvi e nella Monarchia) è forse spia, sostiene la Ferrilli con opportuna cautela, di una stesura estemporanea mossa dall’impulsiva reazione alla lettura di Inferno vii.

           

Leggi tutto...
 


Condividi sui Social Network

In viaggio con Dante verso le stelle

radio-maria

Il sugo della storia

Il sugo della storia

Maturità 2013

maturità 2013

Maturità 2014

2014_maturita

I promessi sposi

i-promessi-sposi

Divina Dommedia

divina-commedia

Riviste e quotidiani

Avvenire

logo tempi

 

 

 

il sussidiario

 la bussola

la-nuova-bussola-quotidiana



clandestino

studi cattolici

fogli

 

 

il-timone

studi-danteschi