La seconda dimensione è sacramentale. La meditazione della Parola conduce necessariamente al convito del Pane eucaristico: “La Chiesa vive della presenza sacramentale di Gesù Cristo e da Lui trae la sua missione. In Cristo ella è il sacramento universale della salvezza del mondo”. Il cristiano, reso figlio di Dio nel Battesimo, purificato e perdonato nel sacramento della Penitenza, sperimenta l’abisso dell’amore di Dio che si fa cibo per noi, assimilandoci a Sé. Ed è talmente connaturata la dimensione sacramentale nelle meditazioni dell’Autore, che egli, proprio nelle ultime pagine dedicate all’apertura apostolica della Pentecoste, richiama sinteticamente tutti e sette i sacramenti che nutrono la Chiesa»

(Dalla Prefazione di Cesare Cavalleri)

 

 

Il cardinaleGerhard Ludwig Müller(Magonza, 1947) dal 2012 è Prefetto della Congregazione per la Dottrina della fede, l’istituto della Santa Sede deputato al discernimento della corretta interpretazione del Vangelo, della Tradizione e del Magistero della Chiesa.

 

Presidente della Pontificia commissione «Ecclesia Dei», della Commissione teologica internazionale e della Pontificia commissione biblica, Müller ha anche insegnato per sedici anni Teologia dogmatica nell’Università Ludwig Maximilian di Monaco di Baviera.

 

È il curatore delle Opere complete di Joseph Ratzinger-Benedetto XVI.

Con le Edizioni Ares ha già pubblicato il volume La Speranza della Famiglia (2014).

 

 

Commenta questo Articolo