LucrezioIl De rerum natura, poema epico-didascalico di Lucrezio, presenta un eroe che combatte contro tutti gli dei e contro il Cielo minaccioso per sradicare la orribile religio a causa della quale sono state immolate tante vittime umane. Un obiettivo che si perde in un tragico epilogo.

 

Abbastanza oscura è la vita di Lucrezio, di cui non si conosce con esattezza né la data di nascita, né tantomeno quella di morte (visse comunque nella prima metà del I secolo a. C.).  Poco accreditata è anche la notizia secondo la quale avrebbe scritto nei momenti di lucidità ancora rimasti per la follia e sarebbe morto suicida. Senz’altro a lui si deve ascrivere il poema epico-didascalico De rerum natura. Strutturato in sei libri, l’opera si può distinguere in tre diadi, incentrate rispettivamente sulla fisica, sulla psicologia e sulla cosmologia epicuree. L’intento dell’autore, come è chiaro, è quello di trasmettere i fondamenti della filosofia di Epicuro (341 a. C. – 269 a. C.) attraverso la forma poetica, in modo che sia più interessante la lettura del testo anche per coloro che non siano esperti di filosofia e che magari sarebbero, quindi, refrattari a leggere un trattato specialistico.

Commenta questo Articolo