interviste
TRE GIORNI ALL'INFERNO. Intervista su Radio Maria PDF Stampa E-mail

alt

PRESENTAZIONE DI TRE GIORNI ALL'INFERNO. IN VIAGGIO ALL'INFERNO

A RADIO MARIA

http://www.radiomaria.it/archivio.aspx?cat=d86ae012-a111-45be-ae62-b4c16e49089a

 

Leggi tutto...
 
La scuola può accendere l’amore per l’umano? PDF Stampa E-mail

althttps://it.zenit.org/articles/la-scuola-puo-accendere-l-amore-per-l-umano/

 

Il prof. Giovanni Fighera spiega come ‘sopravvivere’ con gioia alle lezioni scolastiche

“Ai vostri figli non chiedete: Come è andata a scuola?, ma: Che cosa hai imparato di bello oggi?”. Così Giovanni Fighera, professore di italiano e latino nei Licei, giornalista, scrittore e autore del libro intitolato Tra i banchi di scuola. Un’avventura sempre nuova edito da Ares.

Il libro è uno spaccato dell’esperienza di un professore tra gli studenti di oggi, con tanti, che cercano “sopravvivere alla scuola”.

Giovanni Fighera, già noto per aver pubblicato altri grandi titoli come Che cos’è dunque la felicità mio caro amico?La Bellezza salverà il mondo, Amor che move il sole e l’altre stelle e Che cos’è mai l’uomo perché di lui ti ricordi?, racconta in modo concreto ed incalzante la propria esperienza nella scuola, tra lezioni, caffè letterari, compiti in classe, scrutini, cineforum e sospirate vacanze. 

Parte del libro è dedicata proprio ai dubbi e alle aspirazioni di tanti studenti che, chiedono “perché studiare?” o “a cosa serve il latino?”. Così, quando l’autore prova a descrivere il significato del processo della conoscenza, emerge con stupore il desiderio di scoprire la natura e il fine dell’umano.

Per saperne di più ZENIT lo ha intervistato. 

Tra i Banchi di scuola è dedicato non solo alla sua esperienza ma anche agli interrogativi dei ragazzi: quali sono?

Giovanni Fighera: La prima esigenza è quella della verità, così come è molto presente la domanda se esista l’amore vero. Spesso i ragazzi hanno davanti a loro un mondo di adulti in cui la testimonianza di un amore vero è castrata, eliminata. Ho in mente quanti studenti parlano dopo la conclusione di una loro storia sentimentale: di fronte al fatto che in famiglia non è testimoniata l’idea che possa esistere una storia continuativa pensano ‘ma probabilmente l’amore vero non esiste’. Eppure loro percepiscono questo, che l’amore o è per sempre o non è tale.

Leggi tutto...
 
IL MATRIMONIO DI RENZO E LUCIA su RADIO VATICANA PDF Stampa E-mail

alt

PRESENTAZIONE DE

IL MATRIMONIO DI RENZO E LUCIA

SU RADIO VATICANA

http://it.radiovaticana.va/news/2016/03/21/il_matrimonio_di_renzo_e_lucia/1217819

Leggi tutto...
 
Lunedì 21 marzo PRESENTAZIONE DI "IL MATRIMONIO DI RENZO E LUCIA" SU RADIO VATICANA PDF Stampa E-mail

alt

 

 

 

 

 

 

 

 

Lunedì 21 marzo su RADIO VATICANA

verrà presentato 

IL MATRIMONIO DI RENZO E LUCIA

alle ore 7 e alle ore 17:35

con ROSARIO TRONNOLONE e GIOVANNI FIGHERA.

 

alt

Leggi tutto...
 
RADIO VATICANA - Tra i banchi di scuola, un'avventura sempre nuova PDF Stampa E-mail

alt

 

2015-09-02 Radio Vaticana

 

In occasione della riapertura delle scuole, Rosario Tronnolone intervista Giovanni Fighera, professore e autore del volume Tra i banchi scuola, un’avventura sempre nuova (Ares)

 

http://www.news.va/it/news/tra-i-banchi-di-scuola-unavventura-sempre-nuova-5

 

Leggi tutto...
 
Educazione e “Promessi Sposi” nell’intervista all’autore di “Il matrimonio di Renzo e Lucia” PDF Stampa E-mail

alt

 

Ai microfoni di RADIO MARIA Giovanni Fighera parla di educazione e Promessi sposi.

Ecco l'audio dell'incontro:

 http://www.itacaedizioni.it/audio-video/giovanni-fighera-radio-maria/

 

Leggi tutto...
 
TRA I BANCHI DI SCUOLA. INTERVISTA A RADIO MARIA PDF Stampa E-mail

alt

http://www.radiomaria.it/giovanni-fighera-autore-tra-i-banchi-di-scuola-27082014.aspx

Leggi tutto...
 
AVVENIRE. "Scuola, scoperta continua. "Ogni giorno è un'avventura sempre nuova" PDF Stampa E-mail

alt“Ogni mattina, quando entro in classe, spero sempre che possa accadere qualcosa di grande e di bello durante la lezione, perché soltanto la dimensione della scoperta fa sì che quella della scuola sia un’avventura sempre nuova”. Anche dopo diciassette anni di insegnamento, Giovanni fighera si pone davanti agli studenti come se fosse la prima volta, senza lasciarsi prendere dall’abitudine e dalla routine del programma. “L’avventura educativa non può prescindere dal fatto che lo studente possa scoprire qualcosa di più grande di sé anche durante l’ora di lezione “ sottolinea Fighera, insegnante di Italiano e di Latino al Liceo scientifico e delle Scienze applicate “Collegio Sant’Antonio” di Busnago (Monza e Brianza) e autore di Tra i banchi di scuola. Un’avventura sempre nuova (Edizioni Ares). Nel libro, Fighera racconta come i ragazzi vedono la scupola e in che modo gli insegnanti devono alimentare in loro la “dimensione della scoperta e della domanda”.

            Curatore di un blog molto seguito, Fighera si è inventato lo Zibaldone scolastico, uno spazio dove ogni studente ha la possibilità di inserire riflessioni sulla scoperta della propria interiorità e personalità. “un giorno – ricorda il docente – un ragazzo ha scritto di vivere tutta la settimana in apnea aspettando il sabato sera.

 

Leggi tutto...
 
INTERVISTA A VITA NUOVA. È bello studiare cercando senso e felicità PDF Stampa E-mail

altQuando io andavo ancora al liceo (si parla di più di trent’anni fa) l’insegnamento era fatto solo di nozioni e interrogazioni dello stesso livello. La proposta educativa che lei presenta nel suo ultimo libro è invece molto diversa.

Il ragazzo deve poter fare esperienza che la scuola è bella e che è una grande opportunità per sé, per crescere, per conoscersi, per scoprire la realtà e per scoprire se stessi e i propri talenti. Conoscere è un’esigenza naturale dell’uomo. La possibilità che hanno i giovani di oggi di proseguire gli studi è una grazia, un dono, che i ragazzi non sentono più come tale. Percepiscono spesso questa opportunità come un peso, una fatica, un sacrificio da cui evadere prima possibile, magari nei week end. Una volta un mio studente mi ha scritto: «Noi giovani di oggi sopravviviamo durante la settimana, siamo come in apnea, per poi vivere il sabato sera». Immaginiamoci come sarebbe diversa l’avventura scolastica se gli insegnanti si richiamassero a vivere ogni ora di lezione come se fosse la prima, con lo stesso entusiasmo e la stessa carica piena di gioventù e gli studenti percepissero il dono dell’apprendimento come se avessero ottenuto la conquista di andare a scuola per la prima volta.

     

Leggi tutto...
 
INTERVISTA A ZENIT.ORG. La scuola può accendere l'amore per l'umano? PDF Stampa E-mail

altIl prof. Giovanni Fighera spiega come 'sopravvivere' con gioia alle lezioni scolastiche

 

“Ai vostri figli non chiedete: Come è andata a scuola?, ma: Che cosa hai imparato di bello oggi?”. Così Giovanni Fighera, professore di italiano e latino nei Licei, giornalista, scrittore e autore del libro intitolato Tra i banchi di scuola. Un’avventura sempre nuova edito da Ares.

Il libro è uno spaccato dell’esperienza di un professore tra gli studenti di oggi, con tanti, che cercano “sopravvivere alla scuola”.

Giovanni Fighera, già noto per aver pubblicato altri grandi titoli come Che cos’è dunque la felicità mio caro amico?La Bellezza salverà il mondo, Amor che move il sole e l’altre stelle e Che cos’è mai l’uomo perché di lui ti ricordi?, racconta in modo concreto ed incalzante la propria esperienza nella scuola, tra lezioni, caffè letterari, compiti in classe, scrutini, cineforum e sospirate vacanze. 

Leggi tutto...
 
I GIOCHI DELL'ARMONIA. INTERVISTA INTEGRALE. Presentazione di TRA I BANCHI DI SCUOLA PDF Stampa E-mail

alt

La casa editrice Ares pubblica "Tra i banchi di scuola, un'avventura sempre nuova" di Giovanni Fighera, un insegnante di Italiano e Latino nei licei, che parla della bellezza e della difficile responsabilità di un lavoro nobilissimo.

Riportiamo qui l'intervista integrale su RADIO VATICANA su TRA I BANCHI DI SCUOLA nella trasmissione I GIOCHI DELL'ARMONIA.

 

 

http://www.vaticanradio-us.org/webcasting/giochi_armonia_1_1.mp3

 

 

 

Leggi tutto...
 
Mente, cuore, mani: il triplice e armonioso linguaggio della scuola PDF Stampa E-mail

altIniziamo parlando di scuola.

PROGRAMMA "I GIOCHI DELL'ARMONIA"

http://www.vaticanradio-us.org/webcasting/giochi_armonia_1_1.mp3

Il quadro è completo: anche in Puglia e Sicilia, le ultime due regione che mancavano all'appello, oggi inizia il nuovo anno scolastico.

Dalle parole di Papa Francesco al mondo della scuola, all'esperienza di un insegnante innamorato del suo lavoro.

Rosario Tronnolone intervista Giovanni Fighera, insegnante di latino e italiano nei licei, giornalista, autore del volume "Tra i banchi di scuola, un'avventura sempre nuova" (Ares), proposto nel mese di settembre nello spazio Orizzonti Meditazione

Gabriele Caprio rilegge per noi il celebre tema che ha dato il titolo al libro del maestro Marcello D'Orta e all'omonimo film, interpretato da Paolo Villaggio per la regia di Lina Wertmuller: Io speriamo che me la cavo.

Leggi tutto...
 
INTERVISTA A RADIO MARIA. "LA VIA DELLA BELLEZZA" PDF Stampa E-mail

 

 

 

 

 

GIOVANNI FIGHERA A RADIO MARIA. "LA VIA DELLA BELLEZZA"mercoledì 21 agosto 2013. Ascolta l'incontro su Radio Maria sotto la sezione archivio o

http://www.radiomaria.it/giovanni-fighera-la-via-della-bellezza-21082013.aspx

 

 

 

 

La dimensione estetica è essenziale nella vita umana. A detta di Dostoevskij (I demoni), la bellezza è «il vero frutto dell’umanità intera e, forse, il frutto più alto che mai possa essere». «Quale bellezza salverà il mondo?», si chiede allora lo scrittore russo nell’Idiota.

Attraversando la storia dell’estetica dalla sua concezione antica, «interrogando – come scrive Stefano Zecchi in Prefazione – la tradizione e testimoniandola nella nostra contemporaneità con potente vigore, questo libro coraggioso» giunge alle conclusioni che furono di Charles Moeller in Saggezza greca e paradosso cristiano: la bellezza dell’arte su questa Terra è superata dalla bellezza dei santi, quindi dell’uomo, che di Dio è immagine.

«La gloria di Dio è l’uomo vivente», aveva affermato prima di lui icasticamente sant’Ireneo.

Il percorso del volume investe i campi artistici letterario (Iacopone, Dante, Petrarca, Tasso, Shakespeare, Manzoni, Dostoevskji, Zola, Peguy, Wilde, Ungaretti...), figurativo (Michelangelo, Raffaello e tanti altri fino a oggi) e quello filosofico (Platone, Aristotele, san Tommaso, Kant, Croce...) sorpresi sotto la luce portata dal fatto cristiano.

«Presi per mano dall’autore – commenta sr. Maria Gloria Riva in Postfazione – apriamo gli occhi su quel brutto a cui ci siamo abituati e che sta diventando categoria di giudizio e veniamo pian piano istradati dentro quella via pulchritudinis che davvero rappresenta l’urgenza educativa del nostro tempo».

 

Leggi tutto...
 
INTERVISTA A TEMPI. "La Provvidenza di Manzoni si incarna nella fede" e non nel moralismo di Eco PDF Stampa E-mail
Con Repubblica è possibile acquistare il classico di Alessandro Manzoni, I promessi sposi, riscritto da Umberto Eco. In un estratto ripreso dal giornale di Ezio Mauro, Eco scrive: «Il signor Alessandro sembra amare molto i poveretti, ma certo non sa proprio come aiutarli a far valere i loro diritti. E siccome, per l’appunto, era un cristiano assai fervente, tutti hanno detto che la sua morale era che bisogna rassegnarsi e sperare solo nella Provvidenza». Così, la Provvidenza diventa la semplice remissione a un dovere superiore, cui l’uomo è soggetto: un fato dal nome che suona cristianamente, perché tale era la fede dell’autore. «Sono convinto – dice a tempi.it Giovanni Fighera, giornalista, scrittore e insegnante di italiano – che nel 2012 sia avvenuto un attacco molto forte sia contro il cristianesimo sia contro le opere che lo incarnano. Qualche mese fa l’associazione Gherush 92 ha attaccato la Divina Commedia in quanto islamofoba e antisemita. È il primo tentativo di attaccare opere di fede cristiana, è ridurre la genialità, la radicalità e la novità del cristianesimo. Insomma, il tentativo di Umberto Eco di sminuire la Provvidenza, e di delinearla come una forza superiore alla quale arrendersi remissivamente, non è cosa nuova. E, in ogni caso, non è il messaggio che insegna Manzoni».

Cos’è la Provvidenza che descrive Manzoni nel romanzo?
È espresso chiaramente alla fine del trentottesimo capitolo, dove è citato “il sugo”, il senso della storia. Manzoni non fa terminare I Promessi Sposi come una favola bella – “e vissero felici e contenti” – cioè con il matrimonio. Anzi, termina quasi con un litigio fra Renzo e Lucia, dove quest’ultima lo apostrofa con il termine “moralista”. Questo è il punto: I Promessi Sposi non vogliono essere un’opera moralistica e bigotta che vuole propinare solo degli insegnamenti – che sono quelli di cui va fiero Renzo: ho imparato a non alzare il gomito, a non girare per la città con i campanelli dei lebbrosi cinti ai piedi, ecc. – ma è altro.

Leggi tutto...
 
RADIO VATICANA. TRASMISSIONE "PUNTO E A CAPO" PDF Stampa E-mail

 

Segui su Radio Vaticana la trasmissione PUNTO E A CAPO. Giovanni Fighera dialoga con Rosario Tronnolone sul libro "Che cos'è mai l'uomo, perchè te ne curi? L'io, la crisi, la speranza".

Lunedì 8 OTTOBRE ALLE ORE 7.00, 14.30, 17.30 SU "RADIO VATICANA" andrà in onda UNA TRASMISSIONE/INTERVISTA SUL LIBRO. GIOVANNI FIGHERA dialogherà CON IL CONDUTTORE ROSARIO TRONNOLONE SU ALCUNE QUESTIONI SALIENTI DELL'OPERA. Nei giorni successivi si potrà riascoltare la trasmissione su RADIO VATICANA SOTTO LA SEZIONE "ORIZZONTI".

 

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2

Condividi sui Social Network

In viaggio con Dante verso le stelle

radio-maria

Il sugo della storia

Il sugo della storia

Maturità 2013

maturità 2013

Maturità 2014

2014_maturita

I promessi sposi

i-promessi-sposi

Divina Dommedia

divina-commedia

Libri

fighera-PURGATORIO-cop-alta-risoluzione

 

fighera-inferno

 

Il-matrimonio-di-Renzo-e-Lucia

NUOVA EDIZIONE 2015

libro-fighera-felicita-amico-2015

 

Tra-i-banchi-di-scuola


che-cose-mai-luomo

Riviste e quotidiani

Avvenire

logo tempi

 

 

 

il sussidiario

 la bussola

la-nuova-bussola-quotidiana



clandestino

studi cattolici

fogli

 

 

il-timone

studi-danteschi