altANNO: 2001

REGISTA: RON HOWARD

PREMI. 4 PREMI OSCAR 2002, 4 GOLDEN GLOBE 2002, 2 PREMI BAFTA 2002

 

Il film è basato sulla vita del matematico John Nash, che fin da giovane mise in luce la sua genialità. A diciannove anni nel 1947 entrò all’università di Princeton  e pubblicò una tesi brevissima sulla “Teoria dei giochi” che gli procurò molta fama, un posto di ricercatore al MIT di Boston e una collaborazione con l’esercito come decodificatore. Divenuto docente a Princeton, Nash fu insignito nel 1994 del Premio Nobel per l’economia. La sua vita fu segnata dalla malattia (una grave forma di schizofrenia) e dall’affetto della moglie Alicia.

Il film si basa sulla biografia scritta da Sylvia Nasar che raccoglie alcuni aneddoti e particolari raccontati da matematici che hanno conosciuto John Nash. In Italia il libro è uscito col titolo Il genio dei numeri. Storia di J. F. N. matematico e folle. Nel film il regista inserisce molti particolari che sono evidenti sintomi della malattia. Parcher, l’amico Charles e la nipotina di Charles sono frutto della fantasia malata di Nash. Si noti come nel film l’apparizione di Charles è sempre accompagnata dal sonoro e la nipotina sia sempre della stessa età.

 

Commenta questo Articolo